Meschinità umane sullo sfondo della guerra

PDFStampaE-mail

la guerra di troia non si farà, giraudoux, autore, ironico, critica, guerra, laboratorio, teatrale, liceo ginnasio, buratti, teatro, auditorium, santa maria in gradi, viterbo, etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, 2013, VITERBO - Serata speciale, quella di oggi venerdì 18 gennaio, per i ragazzi del Laboratorio teatrale del Liceo ginnasio M. Buratti, che metteranno in scena sul palco dell’Auditorium degli Studi della Tuscia il celeberrimo testo teatrale di Jean Giraudoux dal titolo “La guerra di Troia non si farà” composto nel 1935.

Il drammaturgo francese, rivisita il mito della Guerra di Troia in una chiave disillusa ed ironica, mettendo in luce le meschinità umane e i conflitti di interessi che si nascondono dietro le dichiarazioni ufficiali ed il gioco della "guerra come sola igiene del mondo".

L’autore, ex diplomatico di carriera, deliziando il pubblico con uno stile tanto arguto ed ironico, quanto elegante e poetico, propone un intuitivo parallelo tra le mitiche vicende omeriche e l’attuale dramma della Grande Guerra con la risultanza di esaltare la stretta correlazione tra intelligenza umana e pacifismo.

Con grande serietà e maestria, i giovani attori liceali vi propongono ancora una volta un'appassionate serata a teatro degna di un'autentica compagnia di professionisti.

L'annuale appuntamento teatrale promosso dal Leo Club Viterbo giunge così, nel 2013, al 3° anniversario, con il patrocinio della Provincia, del Comune di Viterbo, del Lions Club Viterbo e con il concreto sostegno di Gae's-abbigliamento uomo donna.

Le somme offerte, al netto dei costi, saranno devolute in beneficenza al T.O.D. 2012/2013 “I Leo per la salute dei più piccoli” del Distretto Leo 108 L.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA