La Fondazione Carivit ricorda l'animo mite di Bachelet

PDFStampaE-mail

vittorio bachelet, ricordo 35 anni, morte, uccisoine, testimone, discreto, fondazione carivit, angelo bertani, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2015, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesi,  VITERBO - A 35 anni dall'uccisione di Vittorio Bachelet (era il 12 febbraio 1980) nella facoltà di Scienze Politiche de La Sapienza di Roma, la Fondazione Carivit ha organizzato un incontro una conferenza.

Oggi, 11 febbraio alle 17, alla presenza del presidente Mario Brutti e del sindaco Leonardo Michelini, il giornalista Angelo Bertani racconterà "Vittorio Bachelet: un testimone del nostro tempo", forte della sua esperieza di stratto collaboratore e autore della sua biografia.

"Autentico testimone nella Chiesa e nella comunità civile, Vittorio Bachelet ha vissuto la propria fede al servizio del Vangelo e del bene comune. Da lui impariamo a tenere unito - spiega la nota del libro scritto dal giornalista -  a non dividere, a costruire e ad accettare fino in fondo la responsabilità di credenti e di cittadini. Con questa sensibilità gli autori disegnano, anche attraverso la voce e i ricordi di quanti hanno conosciuto e stimato Bachelet, i diversi momenti del suo percorso umano. Emergono così la coerenza e la forza del suo impegno, il valore della sua testimonianza appassionata. Una lezione umana, intellettuale e spirituale che ci aiuta a riflettere, oggi, sulle radici spirituali dell'impegno cristiano".

L'appuntamento è nella Sala delle assemble, Palazzo Brugiotti, via Cavour 67, Viterbo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA