Un bacio in bocca con Caffeina: dopo i calci... la nuova edizione punta sulla passione

PDFStampaE-mail

conferenza stampa, caffeina, edizione decima, libro un bacio in bocca, slogan, sede nuova, fondazione, villa scenzi, bbklioteca, club, soci, festival, letterario, giugno luglio, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2016, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesi, VITERBO - Caffeina parte d'anticipo e presenta giÓ l'edizione 2016 in pieno inverno. Questo forse ci risparmerÓ la "lagna" sulla carenza fondi: c'Ŕ una data, 24 giugno - 2 luglio 2016, anticipata dalla costola toscana di Pienza, dal 3 al 5 giugno e pure una serie di altre date, momento ironico made in Filippo Rossi che ha fatto abboccare la stampa.

C'Ŕ una casa editrice come Longanesi che pubblica un'antologia di sedici scrittori italiani (Abbate, Aloe, Briganti, Buonanno, Conte, Culicchia, D'Urbano, Gamberale, Limardi, Marone, Nisini, Nove, Peano, Perroni, Petri, Sparaco) dal titolo Un bacio in bocca, dedicato alla passione, filo conduttore, come lo slogan #unbacioinbocca, della prossima edizione. La Longanesi sarÓ anche celebrata nella giornata inaugurale, scambiando la celebrazione del festival, giunto alla decima edizione, e festeggiato con il libro (212 pagine, in vendita in tutte le librerie a 14.90 euro).

Il libro coinvolge 16 autori tutti ospiti negli anni di Caffeina, invitati da Giorgio Nisini, curatore del progetto, a scrivere un racconto sulla passione. L'autore viterbese ha poi stilato la prefazione, che lega tutto e tiene insieme gli altri racconti.

Per il festival, svelato lo slogan e anche la grafica della copertina, che sarÓ parte integrante ma non unica dell'immagine di questa edizione, si passa dal "calcio in culo" ai baci e alla passione, tema del concorso fotografico che scaturirÓ in una mostra, e l'annuncio della nuova sede della Fondazione, che passerÓ nella prestigiosa Villa Ascenzi, in piazza del Ges¨.

SarÓ quella la base operativa, un luogo con molti spazi, dove nascerÓ una biblioteca, e forse, come anticipato dal boatos de L'ora legale, anche quel club culturale viterbese medio alto, dove condividere opinioni e decidere i destini del mondo. A domanda precisa glli interessati non confermano, ma nemmeno smentiscono, non resta che attendere per capire se l'azionariato popolare con casetta natalizia viri verso lidi pi¨ alti, con maggiori disponibilitÓ economiche.

Teresa Pierini

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA